fbpx

Partita IVA Gestione Separata INPS: Scadenze e Contributi

In questo articolo esploreremo le principali questioni relative alla Gestione Separata INPS, fornendo una guida completa su: come iscriversi e calcolare i contributi, come rispettare le scadenze e quali sono le aliquote applicabili.
partita-iva-gestione-separata-inps

Contenuti

La Gestione Separata INPS è un regime previdenziale istituito per i lavoratori che non rientrano nelle categorie tradizionali coperte dagli altri fondi dell’INPS, come i liberi professionisti senza cassa, i collaboratori coordinati e continuativi (co.co.co.), e altre figure professionali autonome. Comprendere il funzionamento della Gestione Separata è cruciale per assicurare una corretta gestione delle proprie obbligazioni previdenziali e per garantire la propria sicurezza economica nel lungo termine.

In questo articolo esploreremo le principali questioni relative alla Gestione Separata INPS, fornendo una guida completa su: come iscriversi e calcolare i contributi, come rispettare le scadenze e quali sono le aliquote applicabili.

Iscrizione e Cancellazione dalla Gestione Separata INPS

Iscrizione alla Gestione Separata

Requisiti e Procedura per l’Iscrizione

L’iscrizione alla Gestione Separata INPS è obbligatoria per i lavoratori autonomi e i liberi professionisti che non sono coperti da altre casse previdenziali. Questo include, ma non è limitato a:

Procedura di Iscrizione:

  • Visitare il sito ufficiale dell’INPS (www.inps.it).
  • Effettuare il login con SPID.
  • Andare alla sezione dedicata alla “Gestione Separata” all’interno di “Servizi per il cittadino”.
  • Compilare il modulo di iscrizione con i dati personali e professionali richiesti.
  • Una volta completato il modulo, inviare la domanda online.
  • Riceverete una conferma di avvenuta iscrizione via email o tramite il portale stesso.

Domande e risposte

Chi sono i liberi professionisti iscritti alla gestione separata INPS?

I liberi professionisti iscritti alla Gestione Separata INPS sono coloro che esercitano attività professionali senza una specifica cassa previdenziale di riferimento, come grafici, consulenti, traduttori, ecc.

Essere iscritto alla Gestione Separata significa essere soggetti al versamento dei contributi previdenziali alla gestione istituita dall’INPS per categorie di lavoratori autonomi e collaboratori non coperti da altre forme previdenziali.

Cancellazione dalla Gestione Separata

La cancellazione dalla Gestione Separata può avvenire nei seguenti casi:

Procedura di Cancellazione

Alcuni esperti suggeriscono di compilare il modulo “Domanda di variazione/cancellazione dalla gestione separata”, disponibile online in formato PDF. Una volta compilato e firmato, il modulo va inviato con una copia del documento d’identità tramite raccomandata alla sede INPS competente, oppure scannerizzato e inviato via PEC (posta elettronica certificata).

Tuttavia, questa procedura non è necessaria, poiché l’iscrizione alla gestione separata INPS non comporta spese.

Calcolo e Aliquote dei Contributi

Calcolo dei contributi

Come Calcolare i Contributi per la Gestione Separata

Calcolare i contributi per la Gestione Separata INPS è essenziale per pianificare le proprie finanze. Il contributo si calcola applicando l’aliquota previdenziale al reddito netto dichiarato.

Esempio Pratico di Calcolo:

Supponiamo un professionista con un reddito annuo netto di 50.000€.

  1. Determinazione dell’aliquota:
    • Aliquota generale per il 2024: 26,07% per i lavoratori autonomi.
    • Aliquota ridotta per i professionisti iscritti anche a un’altra cassa: 24%.
  2. Calcolo del contributo:
    • Contributo previdenziale (aliquota generale): 50.000€ * 26,07% = 13.035€
    • Contributo previdenziale (aliquota ridotta): 50.000€ * 24% = 12.000€

Aliquote e Percentuali

Dettagli sulle Aliquote Applicabili e il Significato del 4% INPS

Le aliquote contributive per la Gestione Separata variano in base alla tipologia di attività e alla presenza di altre coperture previdenziali.

Aliquote per il 2024:

Cos’è il 4% INPS?

Il 4% INPS è un contributo aggiuntivo che alcuni professionisti possono applicare sulle fatture emesse ai propri clienti. Questo contributo non è un costo aggiuntivo per il professionista, poiché viene versato direttamente dai clienti.

Domande e risposte

Quanto si paga di INPS in Gestione Separata?

Si paga applicando l’aliquota del 26,07% sul reddito netto dichiarato per i lavoratori autonomi.

L’aliquota è del 26,07% per i lavoratori autonomi, del 33,72% per i co.co.co. e del 24% per i professionisti iscritti anche a un’altra cassa.

È un contributo aggiuntivo che i professionisti possono applicare sulle fatture emesse ai clienti.

Pagamento dei Contributi

Partita IVA e Regime Forfettario

Per i liberi professionisti con partita IVA in regime forfettario, i contributi INPS sono calcolati sul reddito netto e versati in base alle aliquote della Gestione Separata. I costi variano in base al reddito, e i pagamenti sono effettuati in due rate principali:

Contributi per Collaborazioni Coordinate e Continuative (CoCoCo)

I lavoratori parasubordinati (CoCoCo) devono versare i contributi INPS in base alla loro aliquota specifica. I contributi sono calcolati sul compenso lordo e devono essere versati regolarmente come parte delle loro obbligazioni previdenziali.

Tempistiche e Modalità di Pagamento

Per i liberi professionisti in Gestione Separata, le scadenze per il pagamento dei contributi sono fondamentali:

Per artigiani e commercianti, i contributi vanno versati trimestralmente entro:

Il pagamento può essere effettuato tramite F24, online attraverso il sito dell’INPS, o tramite un intermediario abilitato.

Cosa aspetti?

Richiedi una consulenza

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *