fbpx

Partita Iva per estetista: tutto quello che devi sapere 

Come fare per aprire la partita IVA per estetista? Come accedere al regime forfettario? Scopri come fare in maniera totalmente gratuita.
partita iva estetista

Contenuti

Apri la tua Partita Iva

Richiedi una consulenza gratis e senza impegno

Se sei un’estetista e vuoi metterti in proprio o hai superato il limite di 5.000 euro di ricavi annui, devi aprire la partita IVA. Ma come si fa? E quali sono i vantaggi di avere una partita IVA?

In questo articolo ti spieghiamo tutto quello che devi sapere sulla partita IVA per estetista.

Estetista con partita IVA: conviene? 

La partita IVA è un codice che identifica il tuo soggetto fiscale e ti permette di emettere fatture elettroniche per i tuoi servizi di estetica. La questione non è quindi tanto se conviene aprire la partita IVA, quanto di verificare se sei un soggetto obbligato.

Bisogna aprire la partita IVA da estetista quando l’attività economica è continuativa e non occasionale, cioè se guadagni oltre 5.000 euro l’anno e la svolgi per oltre 30 giorni all’anno.

La partita IVA si può aprire solo online, tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate o tramite un intermediario abilitato. 

Aprire la partita IVA ti consente di: 

  1. Avere una maggiore autonomia e flessibilità nel tuo lavoro
  2. Poter offrire i tuoi servizi a una clientela più ampia e diversificata
  3. Poter dedurre le spese relative alla tua attività (acquisto di materiali, affitto del locale, bollette, ecc.)
  4. Poter accedere a agevolazioni fiscali e contributive, come il regime forfettario 

Come si apre una partita Iva per estetista 

Per aprire una partita Iva per estetista devi seguire alcuni passaggi: 

Attivare il numero di partita Iva presso l’Agenzia delle Entrate, compilando il modello AA9/12 e presentandolo online o presso uno sportello fisico. 

Iscriverti in Camera di Commercio come artigiana, utilizzando il servizio telematico ComUnica e pagando i diritti di segreteria (18 euro) e l’imposta di bollo (17,50 euro). 

Aprire la posizione contributiva presso la Gestione Artigiani e Commercianti Inps, comunicando i tuoi dati anagrafici e la data di inizio attività. 

Iscriverti all’Inail, l’istituto che tutela la tua sicurezza sul lavoro, scegliendo la tariffa relativa alla tua attività e pagando il premio annuale. 

Per le istruzioni dettagliate sull’apertura della partita IVA online, puoi seguire il link in questa frase. Hai bisogno della partita IVA anche per aprire un centro estetico, anche se in quel caso avrai probabilmente bisogno di aprire una SRL. 

Inoltre, se intendi svolgere la tua attività in un locale aperto al pubblico, devi presentare la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) al SUAP (Sportello Unico per le Attività Produttive) del Comune dove ha sede il locale, allegando la documentazione richiesta (planimetria, certificato di agibilità, autorizzazione sanitaria, ecc.). 

Qual è il codice Ateco da scegliere per la partita Iva per estetista 

Il codice Ateco è una sequenza numerica che identifica la tua attività economica e serve per determinare le tasse e i contributi da pagare.

Il codice Ateco da scegliere per la partita Iva estetista è “96.02.02 – Servizi degli istituti di bellezza”.

Questo codice rientra nella sezione N – Altre attività di servizi della classificazione Ateco e comprende le seguenti attività: 

  • trattamenti estetici del viso e del corpo 
  • manicure e pedicure 
  • depilazione 
  • trucco permanente 
  • massaggi non terapeutici 
  • solarium 
  • piercing e tatuaggi 

Il codice ATECO per consulente di bellezza è invece “96.09.09 – Altre attività di servizi per la persona nca”.

Quali sono i vantaggi del regime forfettario per le estetiste freelance

Il regime forfettario è un regime fiscale agevolato che ti consente di pagare le tasse in modo semplice e conveniente. Se scegli il regime forfettario: 

Non devi tenere la contabilità ordinaria, ma solo un registro dei corrispettivi e delle spese. 

Non devi applicare l’IVA sulle fatture e non devi versarla allo Stato, ma puoi detrarla dalle spese. 

Non devi pagare l’Irap, l’imposta regionale sulle attività produttive. 

Paghi le tasse in base al tuo reddito presunto, calcolato applicando una percentuale di “coefficiente di redditività” ai tuoi ricavi. Per le estetiste il coefficiente è del 67%, quindi se fatturi 20.000 euro il tuo reddito presunto è di 13.400 euro (20.000 x 67%). Ciò significa che il tuo reddito imponibile sarà significativamente ridotto.

– Paghi le tasse con un’aliquota fissa del 15%, ridotta del 5% per i primi cinque anni di attività. Quindi se il tuo reddito imponibile è di 13.400 euro paghi 2.010 euro di tasse (13.400 x 15%), oppure 670 euro se sei nel primo quinquennio (13.400 x 5%). 

Il regime forfettario è quindi molto vantaggioso per le estetiste che vogliono aprire la partita IVA, perché permette di pagare meno tasse e di avere una contabilità semplificata. 

Il regime forfettario ha però dei limiti di accesso: puoi sceglierlo solo se hai ricavi inferiori a 85.000 euro annui, se non hai un lavoro fisso da cui ricavi oltre 30.000 euro, etc. Ti invitiamo a vagliare tutti i requisiti nella nostra guida al regime forfettario. 

Come aprire e gestire la partita IVA con Consulens 

Aprire e gestire la partita IVA può sembrare complicato, ma con Consulens tutto diventa facile. Consulens è un’agenzia di consulenza specializzata nella gestione delle partite IVA forfettarie. Con Consulens puoi: 

Risparmiare sui costi di apertura e gestione della tua partita IVA

– Ricevere assistenza fiscale e amministrativa da parte di professionisti qualificati 

– Accedere a una piattaforma online dove puoi consultare i tuoi documenti, emettere le tue fatture elettroniche e monitorare la tua situazione fiscale  

Non perdere questa occasione: contatta Consulens oggi stesso e scopri come aprire e gestire la tua partita IVA per estetista in modo facile e conveniente.  

Conclusioni 

Aprire una partita Iva per estetista è un passo importante per avviare la tua attività professionale in modo autonomo e legale. Devi però seguire alcuni adempimenti burocratici e fiscali, che possono essere semplificati scegliendo il regime forfettario come regime fiscale agevolato. Inoltre, devi scegliere il codice Ateco corretto per la tua attività, che nel caso delle estetiste è il 96.02.02 – Servizi degli istituti di bellezza.

Speriamo che questo articolo ti sia stato utile per chiarire i tuoi dubbi e ti auguriamo buona fortuna per la tua carriera da estetista!

Cosa aspetti?

Richiedi una consulenza

Paolo Lombardi
Un servizio super efficiente

Ormai è un anno che Consulens segue la contabilità della mia partita IVA e devo dire che sono molto soddisfatto. Claudio è un commercialista esperto e affidabile. Sono nel regime forfettario e adesso stiamo valutando di passare all’ordinario perché per fortuna le cose vanno bene.

Antonio Cozzolino
Ho aperto Partita IVA

Se è la prima volta che apri la partita IVA, è impossibile trovare di meglio. Consulenti specializzati e disponibili, pronti a risolvere ogni tuo dubbio e veloci nell’assisterti. Consiglio Consulens a tutti quelli che stanno pensando di fare questo passo.

Cliente
Molto Soddisfatto

Ho aperto Partita IVA 5 mesi fa e fino a questo momento mi sono trovato molto bene. Il commercialista è molto disponibile e mi segue a 360°. Quando ho bisogno del suo aiuto è sempre pronto a rispondermi. Consigliatissimo.

Carlo Modica
Professionalità e competenza

Buongiorno, quello che ho potuto apprezzare è l’estrema professionalità e correttezza da parte del professionista in tutte le fasi di dialogo dimostrando con le sue competenze la capacità di poter risolvere i problemi nel minor tempo possibile

Tatiana Menezes
Bravissimo nel guidarti

Bravissimo nel guidarti nella presa di decisioni giusta per il tuo business. Gentili e professionali!

Vittoria Giani
Conosciuti su Facebook

Conosciuti su Facebook.
Oltre l’offerta vantaggiosa della promozione, accertata rapidita’ nella comunicazione, disponibilita’ dello staff e soprattutto competenza.Grazie!

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *