fbpx

Holding: significato, tipologie e vantaggi

Sei manager di una PMI? Scopri come la holding può aiutarti a far crescere la tua azienda, aumentare la redditività e conquistare nuovi mercati.

Contenuti

Nel mondo dinamico degli affari, la crescita è un obiettivo primario. Per raggiungerlo, le aziende adottano diverse strategie, tra cui acquisizioni, fusioni e, naturalmente, la creazione di società holding.

Che cos’è una holding? In parole semplici, è una società che detiene partecipazioni significative in altre società, chiamate “partecipate”. Immaginala come un albero con un tronco robusto (la holding) e rami che si diramano verso diverse direzioni (le partecipate). Ognuna di queste partecipate può svolgere attività differenti, ma tutte sono sotto il controllo e la supervisione della holding.

Perché questo articolo è interessante per te?

Se sei un imprenditore o un manager che desidera far crescere la propria SRL, conoscere le società holding può rivelarsi una risorsa preziosa. Queste strutture offrono infatti una serie di vantaggi, che vedremo più avanti.

E ricorda: le società holding non sono solo per le grandi aziende! Anche le piccole e medie imprese possono trarre beneficio da questa struttura, soprattutto se operano in settori diversi o intendono espandersi in nuovi mercati.

Nelle prossime sezioni, approfondiremo il mondo delle società holding, esplorando le loro diverse tipologie, i vantaggi e gli svantaggi, come vengono utilizzate.

Preparati a scoprire un nuovo strumento per la crescita e il successo della tua azienda!

Holding: significato

Partiamo dall’inizio: da dove viene la parola “holding”? Il termine Holding è la traduzione dell’espressione anglosassone che significa chi tiene, chi possiede, ed in campo societario indica l’impresa che detiene, possiede partecipazioni in società. Si riferisce quindi alla capogruppo, cioè la società controllante che sta a capo di un gruppo societario.

In genere, le holding non svolgono attività operativa propria, ma piuttosto gestiscono e controllano le loro partecipate.

Cosa fa una holding?

Le società holding, oltre a detenere partecipazioni in altre società, fungono da vero e proprio hub di supporto strategico e operativo per le loro controllate. Di seguito, alcune delle attività di una holding in favore delle proprie controllate.

  • Finanziamento: iniettano capitale, prestiti o altre forme di liquidità per sostenere la crescita e l’espansione delle controllate.
  • Consulenza: mettono a disposizione esperienza e competenze per la definizione di strategie, l’ottimizzazione dei processi e la gestione aziendale.
  • Coordinamento: favoriscono la collaborazione, la condivisione di risorse e la creazione di sinergie tra le società del gruppo.
  • Accesso al mercato: facilitano l’ingresso in nuovi mercati, l’acquisizione di nuovi clienti e l’adozione di nuove tecnologie.

Holding: le tipologie

Esistono varie tipologie di holding, ma si può affermare senza dubbio che le principali sono la holding finanziaria e la holding mista.

Holding finanziaria

Con il termine Holding finanziaria, detta anche Holding pura, si fa riferimento a quelle società che si limitano a svolgere l’attività di finanziaria di partecipazioni, spesso accompagnata dalla Direzione e Coordinamento delle partecipate.

La  terminologia alternativa per questa tipologia, cioè Holding pura, deriva dal fatto che queste imprese hanno come unico scopo sociale il controllo delle società partecipate e rinunciano a svolgere le attività di produzione o di commercio di beni o servizi.

Holding mista

Al contrario, la Holding mista, conosciuta pure come Holding operativa, è quell’impresa che non si ferma al mero controllo delle partecipate, ma svolge anche un’attività di produzione oppure di scambio di beni o servizi. Proprio per questa posizione antitetica rispetto alla Holding pura, la Holding mista è conosciuta pure come Holding impura.

Altre tipologie di holding

Come detto, esistono anche altre categorie di holding, oltre quella finanziaria e mista.

Una di queste è la Holding gestoria, ossia quella società capogruppo che gestisce le proprie partecipate (Controllate o collegate) con lo scopo fisso di ricercare e migliorare le sinergie tra di esse.

Un’altra tipologia, molto comune in Italia, è la Holding di famiglia, caratterizzata dalla partecipazione di controllo da parte di componenti della stessa famiglia.

Infine, nei casi in cui a capo del gruppo societario ci sia un unico imprenditore, talvolta si parla di Holding di tipo personale, proprio per sottolineare il fatto che la società capogruppo è posseduta da una sola persona.

Accanto al termine Holding è giusto citare anche la Subholding, che, come indica il suo stesso prefisso, sta sotto una holding. Quest’ultima, presente prevalentemente nei grossi gruppi, tecnicamente è anch’essa una holding, spesso di tipo finanziaria, che potremmo definire di secondo livello, messa a capo di una serie di società operative, normalmente accomunate da settori di attività simili.

Holding : vantaggi e svantaggi

I motivi per cui si può decidere di creare una holding sono innumerevoli, come pure sono tanti i vantaggi che possono derivare dalla sua costituzione. Vediamoli insieme.

I 6 vantaggi di costituire una holding

La Tutela del patrimonio aziendale è di certo uno dei motivi più forti che spinge gli imprenditori a mettere una holding a capo del loro gruppo societario. In questo modo, infatti, i beni mobili ed immobili aziendali, una volta trasferiti nella holding, sono al riparo dalle aggressioni di eventuali creditori, da vicende familiari e da minacce fiscali.

La Pianificazione e l’Ottimizzazione fiscale sono sicuramente altri motivi altrettanto validi per decidere di creare una holding, in quanto la tassazione della holding permette di ottenere i benefici derivanti, ad esempio, dalla Partecipation Exemption (PEX) in caso di tassazione dei dividendi SRLL, dal Consolidato Nazionale, dal Gruppo IVA o dall’IVA di Gruppo, che si tradurranno in una sensibile riduzione delle imposte fiscali o delle uscite finanziarie.

La creazione di una holding è un’ottima soluzione anche per risolvere il problema della Gestione del passaggio generazionale, poiché semplifica il trasferimento del capitale ed il passaggio del comando del gruppo ai successori, garantendo così la continuità aziendale.

La holding può avere anche funzione di cassaforte di liquidità per il gruppo, e dunque risolvere le Necessità di ordine finanziario delle partecipate, concentrando al suo interno la liquidità dell’intero gruppo per poi rilasciare alle partecipate le risorse finanziarie di cui hanno esigenza.

La costituzione della holding può essere decisa anche per lo Sviluppo e la diversificazione del business, quindi per allargare le attività del gruppo anche a settori affini o complementari, oppure per Esigenze di ordine produttivo, qualora, in presenza di una serie di imprese complementari o, comunque, connesse tra loro, si desideri definire una strategia unitaria di gruppo.

Gli svantaggi

Se la creazione di una holding, da un lato, apporta indubbi vantaggi, dall’altro è doveroso considerare che esistono anche tanti svantaggi.

Infatti, mettere una holding a capo delle proprie imprese, vuol dire:

  • creare una nuova società e sostenerne i costi di costituzione;
  • trasferire alla holding le quote o azioni possedute dai soci nelle altre imprese;
  • dover sostenere ulteriori costi per la gestione contabile e la redazione del bilancio (se la holding sarà una società di capitali);
  • maggior dispendio di risorse, ad esempio nel caso della Direzione e Coordinamento;
  • necessità di creare una struttura organizzativa adeguata e di definire strategie di gruppo.

Quindi, prima di decidere di aprire una holding, sarà utile fare una valutazione approfondita, cercando di valutare bene tutti gli aspetti legati ai suoi vantaggi e svantaggi.

La società holding può essere uno strumento prezioso per le aziende che cercano di raggiungere i loro obiettivi di crescita e redditività. Tuttavia, è importante utilizzarla in modo efficace e gestire con attenzione i potenziali rischi e le sfide.

Chiedi a Consulens per parlare di questa opportunità con consulenti legali e fiscali qualificati. Siamo il tuo occhio esperto sul fisco: aiuteremo la tua azienda a navigare nel complesso panorama legale e fiscale associato alle società holding.

Cosa aspetti?

Richiedi una consulenza

Paolo Lombardi
Un servizio super efficiente

Ormai è un anno che Consulens segue la contabilità della mia partita IVA e devo dire che sono molto soddisfatto. Claudio è un commercialista esperto e affidabile. Sono nel regime forfettario e adesso stiamo valutando di passare all’ordinario perché per fortuna le cose vanno bene.

Antonio Cozzolino
Ho aperto Partita IVA

Se è la prima volta che apri la partita IVA, è impossibile trovare di meglio. Consulenti specializzati e disponibili, pronti a risolvere ogni tuo dubbio e veloci nell’assisterti. Consiglio Consulens a tutti quelli che stanno pensando di fare questo passo.

Cliente
Molto Soddisfatto

Ho aperto Partita IVA 5 mesi fa e fino a questo momento mi sono trovato molto bene. Il commercialista è molto disponibile e mi segue a 360°. Quando ho bisogno del suo aiuto è sempre pronto a rispondermi. Consigliatissimo.

Carlo Modica
Professionalità e competenza

Buongiorno, quello che ho potuto apprezzare è l’estrema professionalità e correttezza da parte del professionista in tutte le fasi di dialogo dimostrando con le sue competenze la capacità di poter risolvere i problemi nel minor tempo possibile

Tatiana Menezes
Bravissimo nel guidarti

Bravissimo nel guidarti nella presa di decisioni giusta per il tuo business. Gentili e professionali!

Vittoria Giani
Conosciuti su Facebook

Conosciuti su Facebook.
Oltre l’offerta vantaggiosa della promozione, accertata rapidita’ nella comunicazione, disponibilita’ dello staff e soprattutto competenza.Grazie!

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *