fbpx

Impresa di pulizie: come aprire la partita IVA

Come si apre la partita IVA di una ditta di pulizie? È meglio la ditta individuale o la SRL (unipersonale e non)? Ecco tutte le risposte.
partita iva impresa di pulizie

Contenuti

Apri la tua Partita Iva

Richiedi una consulenza gratis e senza impegno

Come funziona la partita IVA per una ditta di pulizie? Prima di aprire un’impresa di pulizie ci sono molte cose da sapere, che orienteranno le decisioni che dovrai man mano prendere nelle fasi iniziali della tua attività.

Aprire una ditta di pulizie può essere un buon investimento in tempo di crisi, dato che si tratta di un servizio di cui le aziende, i condomini o altre tipologie di spazio avranno sempre bisogno. È necessario tuttavia adempiere a tutta una serie di obblighi burocratici e requisiti.

Come aprire la partita IVA impresa di pulizie

Di seguito trovi tutto quanto bisogna sapere sull’apertura di una partita IVA per la ditta di pulizie. È importante tuttavia notare che per lavorare in questo campo bisogna avere un’adeguata formazione o esperienza nel settore delle pulizie, in modo da fornire servizi di qualità e soddisfare le esigenze dei clienti.

Inoltre, è importante adempiere a tutte le norme fiscali e legali per l’avvio e la gestione dell’attività.

Tra le attività che una ditta di pulizie può svolgere, vi sono la pulizia di uffici, appartamenti, condomini, hotel, negozi e altri ambienti pubblici e privati. La ditta di pulizie può offrire servizi di pulizia regolare o occasionali, utilizzando prodotti e attrezzature professionali per garantire la massima igiene e pulizia degli ambienti.

Un passaggio importante è senza dubbio la scelta della forma giuridica da adottare. A seconda della tipologia di attività, puoi decidere se utilizzare la formula della prestazione occasionale (poco conveniente se vuoi far davvero crescere la tua attività), oppure la ditta individuale, una società di persone o ancora una società di capitali come la società a responsabilità limitata.

La principale differenza fra ditta individuale e SRL unipersonale è che la prima ti permetterebbe di accedere al regime forfettario, una soluzione molto conveniente per un’attività appena nata.

La contabilità agevolata, sebbene  possa beneficiare di una tassazione al 5% dell’imponibile nei primi 5 anni di attività, non ti permette però di dedurre alcun costo. Si tratta di un elemento da valutare in sede di apertura di partita IVA per impresa di pulizie. Se rientri nel regime forfettario e scegli di aprire la partita IVA online con Consulens, ti offriamo un anno gratis di gestione della contabilità gratuita.

La partita IVA è un codice fiscale utilizzato per identificare le attività commerciali. Se si vuole avviare un’attività di pulizie, è necessario richiedere il numero della partita IVA all’Agenzia delle Entrate. È possibile farlo completamente online attraverso apposito software.

Altri adempimenti burocratici sono l’iscrizione all’albo degli artigiani, con conseguente apertura della posizione INPS Gestione Artigiani e INAIL.

Bisogna poi inviare al Comune dove ha sede la ditta la Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), per via telematica. Infine si iscrive l’attività al Registro Imprese della Camera di Commercio.

Riassumendo, l’apertura della partita IVA per ditta di pulizie prevede i seguenti passaggi:

  • richiesta del numero di partita IVA all’Agenzia delle Entrate
  • iscrizione all’albo degli artigiani
  • apertura della posizione all’INPS gestione Artigiani
  • apertura della posizione INAIL
  • invio al Comune della SCIA

Codice ATECO impresa di pulizie

L’ATECO è il codice che individua in maniera univoca la tipologia di attività che una data impresa svolge.

Il codice ATECO per le imprese di pulizia è “81.21.00 – pulizia generale (non specializzata) di edifici”. Il corrispondente coefficiente di redditività (nel caso si opti per il regime forfettario) è del 67%.

Cosa bisogna sapere prima di aprire un’impresa di pulizie

A questo punto vediamo quali sono gli aspetti più importanti cui prestare attenzione quando si decide di aprire un’impresa di pulizie.

La scelta del nome dell’azienda: il nome scelto deve essere unico e non essere già registrato presso la Camera di Commercio.

Ottenere le autorizzazioni necessarie: in base alla tipologia di servizi di pulizia offerti, potrebbe essere necessario ottenere specifiche autorizzazioni, ad esempio per l’utilizzo di prodotti chimici.

Conoscenze tecniche: come per la maggior parte delle attività economiche, bisogna avere conoscenza tecnica del settore delle pulizie, come le tecniche di pulizia per i diversi tipi di superfici e la conoscenza dei prodotti chimici utilizzati.

Analisi della concorrenza: analizza la concorrenza presente sul territorio, valutando i punti di forza e di debolezza degli altri operatori del settore. In questo modo saprai formulare al meglio i servizi da offrire ed elaborare la strategia di marketing più adeguata.

Pianificazione finanziaria: pianifica i costi iniziali dell’attività, come l’acquisto dell’attrezzatura necessaria, e definire un piano di fatturazione adeguato.

Aspetti legali e fiscali: è importante conoscere e rispettare le norme legali e fiscali che regolamentano l’avvio e la gestione dell’attività di impresa, come ad esempio l’apertura della Partita IVA, le norme di igiene e sicurezza sul lavoro e le norme fiscali.

Gestione del personale: se si prevede di assumere personale, è importante conoscere le norme relative alla gestione del personale, come ad esempio la sicurezza sul lavoro, i contratti di lavoro e la formazione.

Fidelizzazione dei clienti: è importante sviluppare una strategia di fidelizzazione dei clienti, offrendo servizi di qualità, rispondendo rapidamente alle richieste e sviluppando un rapporto di fiducia con i clienti.

Gestione delle emergenze: elabora un piano di emergenza in caso di incidenti durante l’esecuzione dei servizi di pulizia, per garantire la sicurezza degli operatori e dei clienti.

Costi impresa di pulizie

I costi di un’azienda di pulizie sono molteplici, ma con un’attenta pianificazione finanziaria è possibile ottimizzarli e risparmiare sulle tasse.

Oltre alle spese burocratiche da sostenere per l’apertura della partita IVA, bisogna considerare i costi relativi all’acquisto dell’attrezzatura per lo svolgimento del servizio.

Se vuoi allargare il tuo bacino clienti non affidandoti esclusivamente al passaparola, dovrai poi spendere alcune risorse nel digital marketing.

Per promuovere l’attività, è importante sviluppare un piano di marketing efficace e utilizzare canali pubblicitari adeguati.

Infine ti invitiamo a valutare i costi di gestione della contabilità. Se vuoi aprire una piccola attività, potresti pensare di gestire tutto in autonomia.

Ma con l’aiuto di consulenti esperti come quelli di Consulens, scopriresti ben presto che i soldi spesi presso un buono studio di commercialisti sono invece un investimento che – già sul breve periodo – ti farebbe ottenere un considerevole risparmio fiscale.

Se ti interessa questo servizio, perché non ci contatti attraverso il modulo in questa pagina?

Cosa aspetti?

Richiedi una consulenza

Paolo Lombardi
Un servizio super efficiente

Ormai è un anno che Consulens segue la contabilità della mia partita IVA e devo dire che sono molto soddisfatto. Claudio è un commercialista esperto e affidabile. Sono nel regime forfettario e adesso stiamo valutando di passare all’ordinario perché per fortuna le cose vanno bene.

Antonio Cozzolino
Ho aperto Partita IVA

Se è la prima volta che apri la partita IVA, è impossibile trovare di meglio. Consulenti specializzati e disponibili, pronti a risolvere ogni tuo dubbio e veloci nell’assisterti. Consiglio Consulens a tutti quelli che stanno pensando di fare questo passo.

Cliente
Molto Soddisfatto

Ho aperto Partita IVA 5 mesi fa e fino a questo momento mi sono trovato molto bene. Il commercialista è molto disponibile e mi segue a 360°. Quando ho bisogno del suo aiuto è sempre pronto a rispondermi. Consigliatissimo.

Carlo Modica
Professionalità e competenza

Buongiorno, quello che ho potuto apprezzare è l’estrema professionalità e correttezza da parte del professionista in tutte le fasi di dialogo dimostrando con le sue competenze la capacità di poter risolvere i problemi nel minor tempo possibile

Tatiana Menezes
Bravissimo nel guidarti

Bravissimo nel guidarti nella presa di decisioni giusta per il tuo business. Gentili e professionali!

Vittoria Giani
Conosciuti su Facebook

Conosciuti su Facebook.
Oltre l’offerta vantaggiosa della promozione, accertata rapidita’ nella comunicazione, disponibilita’ dello staff e soprattutto competenza.Grazie!

Articoli correlati

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *